23.4.06

Cinecitazione


(Antonio)
Ho conosciuto Bob Guccione a Los Angeles
Amnesia - G. Salvatores
Perchè il blog è partecipazione:
Mò ognuno mette nei commenti una frase di un film.
Poi, quando nessuno mette più niente, si leva la frasca da mezzo.

27 commenti:

Diavoletto_Taz ha detto...

- Di chi è questa motocicletta?
- È un chopper.
- E di chi è questo chopper?
- È di Zed.
- Chi è Zed?
- Zed è morto, piccola... Zed è morto.

Pulp Fiction - Q. Tarantino, 1994

willie coyote ha detto...

ora che ho perso la vista ci vedo di piu'
nuovo cinema paradiso.
citazione fatta in take the time dei dream theater.
meditate gente, meditate

Diavoletto_Taz ha detto...

- Cosa hai fatto in tutto questo tempo?
- Sono andato a letto presto

C'era una volta in america

Furibondo ha detto...

Ho paura... (HAL 9000)

2001 - Odissea nello spazio

Diavoletto_Taz ha detto...

- Sa cosa stavo pensando? Io stavo pensando una cosa molto triste, cioé che io, anche in una società più decente di questa, mi troverò sempre con una minoranza di persone. Ma non nel senso di quei film dove c'è un uomo e una donna che si odiano, si sbranano su un'isola deserta perché il regista non crede nelle persone. Io credo nelle persone, però non credo nella maggioranza delle persone. Mi sa che mi troverò sempre a mio agio e d'accordo con una minoranza...e quindi...

Caro Diario - N. Moretti

Rob ha detto...

- "qual'è il suo più grande pregio?"
- "la sincerità"
- "e il suo più grande difetto?"
- "la sincerità"
- "quali sono i suoi progetti per il futuro?"
- "la sincerità"
- "E' un giovanotto sveglio, vedo. E allora mi dica... qual è il reddito annuo della sua famiglia?"
- "la sincerità?"

Stefano Accrosi - Santa Maradona - Italia 2001

Rob ha detto...

- "Arrivo."

Foibo (regia mB & cd'E)

una lettrice... ha detto...

Lo so che il film è stato già citato, ma resta il mio preferito di sempre... quindi perdonatemi!
(Domani m'impegno di più; a quest'ora lo Zio Jack e John Fante sono una miscela esplosiva!)

Allora... vediamo se mi ricordo...

Deborah: «Sei la sola persona che io ho mai...»
Noodles: «Che hai mai... cosa? Vai avanti. Che hai mai»
Deborah: «Di cui mi sia importato. Ma tu mi confineresti in una stanza e getteresti via la chiave. Non è vero?»
Noodles: «Credo di si...»
Deborah: «Il guaio è che io ci starei pure volentieri»

(Once Upon A Time In America - Sergio Leone)

ilcavatappi ha detto...

"ahhh...sììì...oh...sì...dippiù dippiù...ah....hhh.....sìì...."

(Rocco e i suoi fratelli)

tivibbì

Rob ha detto...

("Il monello" - Charlie Chaplin)

una lettrice... ha detto...

eccomi di ritorno... stavolta mi sono impegnata.

Francesco Nuti, allo specchio:

"Ti amo, Chiara. Chiara, io ti amo. Vedi, Chiara, io... ti amo. Ti amo. Chiara. Anch'io... ah... meno male! E lei mi fa: Francesco, oh... ti amo. Noooooo!!! Lo sai chi ami tu, Chiara, lo sai? Un LADRO! Lo sai cosa sono queste, lo sai? Mani di LADRO!"

(Io, Chiara e lo Scuro)

sagami ha detto...

Libano : " Il Terribile sa della sua proposta?"
Zio Carlo : "No."
Libano : " Strano, sa sempre tutto. Sapeva dov'ero quando mi hanno arrestato."
Zio Carlo: " Una volta lui non era così. Ma ora sto cristiano è diventato un guaio e in questi casi, da noi, si dice...che solo i vivi fanno i guai."

( Romanzo criminale)

Robertorlando ha detto...

per associazione di idee...

"E' inutile fare un film sulla storia di Berlusconi perché tutti sanno già tutto e poi lui ha già vinto. Ci ha cambiato la testa trent'anni fa"

(Il Caimano - Nanni Moretti)

Roberto ha detto...

sempre per associazione di idee...

"Una rivoluzione senz'armi? Non funzionerebbe mai, MiAl".

(Ernesto Guevara - I diari della motocicletta)

bbuio ha detto...

"Pure tu te si sunnat 'a maronn?? Chesta vene a tutt quant.. vide si vene a do me.."

"E perchè cosa le diresti?"

"Azz! Cosa le direi? Donne, cavalli, voglio guarire, fammi stare bene con le gamb.. e invece no, vene a do vuje che le dicite voglio stare nel tuo cuore eh.. e state nel suo cuore.. che hai risolto?"

Massimo Troisi in Le vie del signore sono finite.

Anonimo ha detto...

La candela che splende il doppio del suo splendore, brucia in metà tempo…

Blade runner

Anonimo ha detto...

Fortunatamente io rispetto un regime di droghe piuttosto rigido, per mantenere la mente diciamo... flessibile.

Il grande Lebowski

Diavoletto_Taz ha detto...

"Quel giorno, non so proprio perché decisi di andare a correre un po', perciò corsi fino alla fine della strada, e una volta lì pensai di correre fino la fine della città, e una volta lì pensai di correre attraverso la contea di Greenbow. Poi mi dissi, visto che sono arrivato fino a qui tanto vale correre attraverso il bellissimo stato dell' Alabama, e cosi feci. Corsi attraverso tutta l'alabama, e non so perchè continuai ad andare. Corsi fino all'oceano e, una volta lì mi dissi, visto che sono arrivato fino a qui tanto vale girarmi e continuare a correre. Quando arrivai a un altro oceano, mi dissi, visto che sono arrivato fino a qui, tanto vale girarmi di nuovo e continuare a correre; quando ero stanco dormivo, quando avevo fame mangiavo, quando dovevo fare ...,insomma, la facevo!"

Forrest Gump - 1994

Roberto ha detto...

fresco fresco, se ricordo bene:

"[...] e in Italia comandano i morti [...]"

"Si ricordi che è grazie a tutti noi che lavoriamo dalla mattina alla sera che lei puo' permettersi di fare l'artista."


(Il regista di matrimoni)

Diavoletto_Taz ha detto...

- Prendi il burro

"Ultimo tango a Parigi" - B. Bertolucci

N.B. Potrei citare la lapidaria l'opinione del noto critico Joe Sellitto in merito al capolavoro. Ma evito...

una lettrice (per nulla MSN-ssara) ha detto...

cazzo, Robé, mi hai rubato la citazione... ma vaffanculo!!!

per stasera, ho qualche dubbio, non vorrei essere scambiata per "quella che non sono". INTELLIGENTIBUS PAUCA.

Ah, la citazione:

OTELLO: "Ma perché dovemo esse così diversi da come se credemo. Perché?"
JAGO: "Eeh, figlio mio, noi siamo in un sogno dentro un sogno..."

(Pier Paolo Pasolini - Che cosa sono le nuvole?)

Diavoletto_Taz ha detto...

- "L'innocenza è una colpa"

(P.P. Pasolini - La sequenza del fiore di carta)

Piesse: Scass tt cos, Robbé.

Anonimo ha detto...

È solo dopo aver perso tutto che siamo liberi di fare qualsiasi cosa

Fight Club

Robert Zemeckis ha detto...

* Sono un po' stanchino.
* Penso che a volte non ci sono abbastanza sassi.
* Mamma diceva sempre che dalle scarpe di una persona si capiscono tante cose, dove va, dove e' stata.
* La sua schiena e' piu' contorta di un politico. (Il medico di Forrest Gump (Tom Hanks) parla con la madre di Forrest)
* Qualche anno piu' tardi, quel bel giovanotto che chiamavano il Re, doveva aver cantato troppe canzoni, e gli venne un infarto o cose cosi'. Deve essere difficile fare il Re.(Forrest Gump (Tom Hanks) parlando di Elvis a cui aveva ispirato il famoso movimento pelvico)
* lo so che non mi crede se glielo dico, ma io corro come il vento che soffia ! E da quel giorno, se andavo da qualche parte, io ci andavo correndo!
* "Salve, sono Forrest Gump". "Non gliene frega uno stracazzo a nessuno chi sei, pezzo di merda ! Sei meno di un verme schifoso che striscia nella spazzatura, metti quel culo da checca sull'autobus, sei nell'esercito ora !".
* "Gump! Quale e' il tuo solo scopo in questo esercito?". "Fare tutto quello che mi dice sergente istruttore !". "Maledizione Gump! Sei un maledetto genio, e' la risposta piu' azzeccata che ho sentito, devi avere un maledetto Q.I. di 160, sei maledettamente dotato, militare Gump !".
* "Tu l'hai gia' trovato Gesu' Gump ?". "Dovevo cercarlo? Non lo sapevo".
* Ma lei e' pazzo o semplicemente stupido ? (La madre di Bubba a Forrest Gump)
* "Eravamo come pane e burro. (Forrest Gump parlando di lui e Jenny)
* "Congratulazioni come si sente ?". "Devo fare pipi'".(Forrest Gump risponde al presidente Kennedy dopo aver bevuto 15 Dr Pepper)

(Forrest Gump)

rob e la citazione nel titolo ha detto...

FF.SS. Cioè che mi hai portato a fare sopra Posillipo se non mi vuoi più bene?

Anonimo ha detto...

Quando il bambino era bambino, se ne andava a braccia appese. Voleva che il ruscello fosse un fiume, il fiume un torrente, e questa pozza il mare.

Quando il bambino era bambino, non sapeva d'essere un bambino. Per lui tutto aveva un'anima, e tutte le anime erano tutt'uno.

Quando il bambino era bambino, su niente aveva un'opinione.

Non aveva abitudini. Sedeva spesso a gambe incrociate, e di colpo sgusciava via.

Aveva un vortice tra i capelli, e non faceva facce da fotografo.

Quando il bambino era bambino, era l'epoca di queste domande:
Perché io sono io, e perché non sei tu? Perché sono qui, e perché non sono lì? Quando è cominciato il tempo, e dove finisce lo spazio?

La vita sotto il sole, è forse solo un sogno? Non è solo l'apparenza di un mondo davanti a un mondo, quello che vedo, sento e odoro?

C'è veramente il male? E gente veramente cattiva?

Come può essere che io, che sono io, non c'ero prima di diventare? E che un giorno io, che sono io, non sarò più quello che sono?

Quando il bambino era bambino, per nutrirsi gli bastavano pane e mela, ed è ancora così.

Quando il bambino era bambino, le bacche gli cadevano in mano, come solo le bacche sanno cadere. Ed è ancora così. Le noci fresche gli raspavano la lingua, ed è ancora così.

Ad ogni monte, sentiva nostalgia di una montagna ancora più alta, e in ogni città sentiva nostalgia di una città ancora più grande. E questo, è ancora così. Sulla cima di un albero, prendeva le ciliegie tutto euforico, com'è ancora oggi.

Aveva timore davanti ad ogni estraneo, e continua ad averne. Aspettava la prima neve, e continua ad aspettarla.

Quando il bambino era bambino, lanciava contro l'albero un bastone, come fosse una lancia.

E ancora continua a vibrare.

IL CIELO SOPRA BERLINO
fratello Wim Wenders

Robi ha detto...

[...] Che tu possa avere sempre il vento in poppa e che il sole ti risplenda in viso e che il vento del destino ti porti in alto a danzare con le stelle. Ciao papà, sai mi ricordo una vita fa quando ero poco più alto di un metro, pesavo al massimo 30 chili, ma ero ancora tuo figlio. Quei sabato mattina che andavo a lavorare col mio papà e salivo su quel grande camion verde, mi sembrava che quello fosse il camion più grande dell'universo papà... mi ricordo quanto era importante il lavoro che facevamo e che se non era per noi la gente sarebbe morta di freddo... per me tu eri l'uomo più forte del mondo papà. Ti ricordi quei filmini quando mamma si vestiva come Gloria e Diane e i gelati, le partite di football, Quain, Toon... il giorno che partii per la california per poi tornare a casa con l'FBI che mi dava la caccia e quell'agente dell'FBI che dovette mettersi in ginocchio per mettermi le scarpe e tu che dicesti: quello è il tuo posto figlio di puttana ad allacciare le scarpe a George... quello si che fu bello, fu veramente speciale... ricordi papà? E quella volta che mi dicesti che i soldi non sono la realtà? Beh vecchio mio, oggi ho 42 anni e alla fine l'ho capito quello che tentavi di dirmi tanti anni fa... Ora finalmente l'ho capito. Sei il migliore papà! Avrei soltanto voluto fare di più per te... avrei voluto avere più tempo... comunque... Che tu possa avere il vento in poppa, che il sole ti risplenda in viso e che il vento del destino ti porti in alto a danzare con le stelle. Ti voglio bene papà... un bacio George Dio santo! Com'è irrimediabilmente cambiata la mia vita... E' sempre l'ultimo giorno d'estate e io sono rimasto fuori al freddo senza una porta per rientrare... lo ammetto ho avuto una buona dose di momenti intensi. Molti fanno grandi progetti e intanto la vita gli sfugge dalle mani... nel corso della mia esistenza ho lasciato brandelli di cuore qui e là e ormai quasi non me ne è rimasto abbstanza per tenermi in vita, ma mi sforzo di sorridere sapendo che la mia ambizione ha superato di gran lunga il mio talento. Ormai non trovo più cavalli bianchi o belle donne alla mia porta...

[...] Entrai in galera con un diploma in Marijuana, uscii con un dottorato in Cocaina [...]


Entrambe tratte dal film "blow"