19.3.08

Prime vere

Stamattina gli occhi erano ancora bagnati di stanchezza e due lacrime sono scese sul viso. Erano due sogni, trapassati dal sole, accolti dai cardellini del balcone dirimpetto.

Il caffé di stamattina era più arigno. Il latte più acido del solito.
Le nuvole si stendevano in fila nel cielo come i campi arati, sotto, nei giorni marzo.

La bici lasciata allo stazionamento e il mio corpo sulla corriera diretta ai margini dell'inverno.
Sceso davanti al cancello della primavera ho trottato sulle vie d'asfalto.
Ho galoppato sui voli delle cornacchie.
Ho baciato i primi fiori.
Ho fatto il bagno sotto i petali del pesco spazzolati per bene dal vento.

La spia verde delle mia pressa mi segnala che lo stampo è caldo, che il fluido in temperatura aspetta di correre nelle vene di acciaio.
La produzione capitalistica si dissocia dal moto universale, periodico, perpetuo dei pianeti.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

...questa primavera a te me fà penzà
chissà addò staje stasera
si m'aje scurdato gia'...

Diavoletto_Taz ha detto...

Comme pozzo
scurdarme e' te'
ca' si stat pure sulo n'ora cu mme'?

Stasera stong ccà.
Comm'a' tutt'e' sere A guardà o cielo,
l'arbere 'nfunno a sta' terra
addò san giuseppe cia' passato a' chianozza.

Movo a' faccia
e me sento 'mmocca
o' sapore do' sudde.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti i lettori.

Oggi è proprio una bella giornata, ma ieri ho conosciuto un tipo di Recanati un certo Leopardi Giacomo, ha il padre Conte, possiede Porsche Cayenne, una fidanzata Silvia che aveva un fisico ginnico. Mi parlava di certi pessimismi: pessimismo Storico, cosmico e un cosiddetto pessimismo sessuale. Nei primi due non mi ritrovo ma nel terzo sì, specialmente negli ultimi tempi.
Eppure che tipo, mi ha detto che scrive anche poesie mentre la sua ragazza fà spinning in palestra.
Chissà.

Un ragazzo del sud

Anonimo ha detto...

Ciao sono una Studentessa di liceo, e non capisco perchè distruggono la reputazione del mio poeta preferito, una persona cosi romantica e razionale, che ha fatto la storia della letteratura Italiana. Come si permettono questi Cafoni e Buzzurri.
Poi questo tipo sminuisce la figura femminile, mette sullo stesso piano la Donna e la sua auto.
A noi non interessono affatto i soldi, e le auto di lusso. E soprattutto faccio palestra per sentirmi bene non per avere un fisico da urlo.

Adesso sono arrabbiata vi lascio ciao

semprescomoda ha detto...

a volte penso che da un po' di tempo a questa parte i commenti di questo blog sono una forma diversa che ha taz di farci divertire...

non possono essere persone reali...

soprattutto alcuni...

io sono l'unica emigrante rimasta in emigrandia per la santa pasqua e oggi mi sento un po' triste.

inoltre odio la polizia più di prima, perchè per la loro inguaribile incapacità di farsi gli sfaccimmi dei cazzi loro, mi hanno portato via il delinquente che mi dava da mangiare.

chadda i stuort o crapett!!!

un abbraccio, taz

Anonimo ha detto...

Semprescomoda non sentirti sola, stai un po assaggiando la vita, troverai da sola la cura per tè. Sembra che ti trovi in Spagna, ogni tanto vado a leggere nel tuo blog su splinder. Gli Spagnoli per me sembrano un pò ruspanti, noi meridionali rispetto a loro abbiamo anche un po di radici greche, alcuni di noi hanno una personalità Greco-new-age anche se non lo sanno. Ad esempio i gusti nel mangiare, cibi buoni e cucinati bene, il fatto di riunirsi la domenica mattina nelle piazze dei paesi passeggiando avanti e indietro è un abitudine Greca. A mondragone a tavola bevono il Falerno, il vino preferito dagli Imperatori romani. Nei nostri cortili crescono in abbondanza gli aranci e limoni che in Russia apprezzano e possono comprarli solo nei giorni di festa.
La storia del meridione d'Italia è molto ma molto lunga. Tutte queste dominazioni hanno spinto la popolazione della terre del meridione, a disprezzare se stessi, a non reagire. Si va via per guadagnare qualcosa, o per semplice moda,o semplicemente per evadere. Ragazze come te forse vanno via perchè non hano trovato lavoro, oppure perchè sono state deluse da uno stronzetto vizziato dalla madre, che non sà amare perche troppo debole per amare il prossimo. E così non nasceranno figli al sud. Nasceranno solo i figli di raccomandati e malfattori.

Buona Pasqua

Un ragazzo del sud (amichetto di Taz)