19.4.08

19 aprile

Quella sera andai a letto presto.
Come ogni sabato mi svegliai tardi e senza l'ansia del lavoro che vibrasse nelle membra.
Rotolai dal letto al pavimento. E sul tappeto per un po' ascoltando Cimarosa.
Come ogni sabato guardai tutte le sue foto e andai al mercato della frutta.

1 commento:

ele ha detto...

Grazie Taz...
come ogni giorno mi sveglio prestissimo,socchiudo gli occhi un attimo ,ascolto i rumori venire dal mondo fuori dalla tapparella,nuda mi giro sul fianco destro, acciambellandomi come un gatto arruffato e nel letto tiepido aspetto di sentirlo.Lo so che è li',è il ricordo del mio amore .La sera prima ,come ogni sera ,è venuto a prendermi per mano, prima di dormire ,cerco di ricordare i suoi capelli ,la morbidezza della pelle ,il turgore delle labbra ... immagino la sua vita ,mi chiedo come sia ,cosa mangi ,chi veda ,se qualche volta mi pensa,se mi odia ,se ricorda i miei lineamenti e come fosse toccarmi i fianchi...poi ,dopo un po' di vagare,arriviamo sul baratro del sonno e ,generalmente l'ultima cosa che vedo ,è una mano poggiata su un finestrino chiuso e freddo a cercare la sua ... allo schiudersi della coscienza,mi chiedo come sarebbe stato dormire con lui almeno una volta in un letto troppo piccolo,al mattino nessuno avrebbe capito, dove finiva lui e dove iniziavo io... e penso al suo sudore ,che tante volte amandolo ho bevuto, al mare e al pavimento liquido sul quale facemmo l'amore.A questo punto sono sveglia ,butto all'aria le coperte e lascio che l'aria mi pizzichi le cosce e la pancia,mi siedo sul letto e lascio che la mia anima vada a forzare il suo sonno... mi vedo seduta sul suo letto,con lui alle spalle.Alzandomi lentamente sfiorerei la sua pancia con le natiche e girandomi lo bacerei sugli occhi, nel frattempo,l'anima mia l'ha svegliato ed io corro a spalancare la finestra.
Grazie Taz,a volte è cosi' difficile andare avanti.L'aver letto il tuo post ,ha fatto nascere in me l'impulso di scrivere questa cosa nella speranza che ora leggera'... non cambiera' nulla, che le ferite bruciano ,l'orgoglio urla e gli impedimenti sono milioni , ma sapra'... ( stringilo forte quando avra' paura ,che c'è il mio amore che nn l'abbandona ,ad ogni passo della vita ).
Grazie Taz